You are currently viewing La disfunzione erettile: tutto quello che c’è da sapere

La disfunzione erettile: tutto quello che c’è da sapere

Che cos’ è la disfunzione erettile? 

La disfunzione erettile, a volte chiamata anche impotenza, è la persistente incapacità di avere o mantenere un’erezione al fine di completare il rapporto sessuale. 

Questo disturbo è un problema molto comune, in Italia circa il 13% della popolazione maschile ne soffre, anche se troppo spesso si tende a non parlarne.

È una patologia che condiziona la vita di tutti giorni, non solo all’interno della coppia ma anche nella vita sociale e nelle relazioni interpersonali dell’uomo.

La disfunzione erettile può presentarsi a tutte le età con caratteristiche e problematiche differenti tra loro. 

Il rischio aumenta con l’avanzare dell’età in particolare la fascia tra i 40 e 50 anni è quella che più manifesta tale patologia. 

Purtroppo solo il 10% degli uomini che soffre di questo problema richiede un consulto medico.

La disfunzione erettile può essere legata ad una problematica del pene, ma spesso può essere un campanello d’allarme di una serie di problematiche legate alla salute.

Dietro a questo problema si possono nascondere cause di natura cardio-circolatoria, ormonale o psicologica.

Prendere atto del problema diventa un passo fondamentare per cominciare a mettere in moto delle strategie cliniche, individuare la causa e fare una diagnosi completa, in modo da impostare una corretta terapia, non solo per migliorare la vita sessuale ma, anche e sopratutto, per prevenire altri disturbi.

A volte basta modificare alcuni comportamenti o stili di vita per migliorare la salute e la propria vita di coppia.

Come detto, spesso, l’uomo che ne soffre è portato a negare il problema, nella speranza che passi da solo.

Questo non fa altro che aumentare il disagio nella coppia e nel proprio intimo.

Un uomo che presenta un disagio come la disfunzione erettile si approccia al rapporto sessuale con ansia.

Negando la reale situazione si entra in un circolo vizioso che tende ad accentuare il sintomo, portandolo a diventare cronico. 

È sempre consigliabile consultare uno specialista, in modo da effettuare una corretta anamnesi e capire se si tratta di un problema passeggero ed evitare spiacevoli problemi e l’accumulo di stress.

Come si effettua una diagnosi di disfunzione erettile?

Durante la visita andrologica lo specialista, insieme al paziente, esplorerà aspetti sia di medicina generale sia di medicina sessuale, per capire se la disfunzione erettile è di natura organica, psicologica o mista.


Alcuni semplici esami del sangue, come colesterolo, glicemia, trigliceridi e testosterone, aiuteranno nella ricerca delle cause; solo in casi particolari sarà necessario ricorrere ad esami più impegnativi.

Qual è la terapia migliore?

Poiché la disfunzione erettile è solo un sintomo, risulta fondamentale ricercare le cause che lo hanno determinato.

La terapia non dovrà quindi essere una terapia sintomatica ma causale.

L’andrologo ha molte possibilità di trattamento: farmacologiche, fisiche fino a ricorrere a quelle più invasive e chirurgiche. 

Il progresso tecnologico e la ricerca rendono oggi disponibili diversi trattamenti, anche non invasivi, che risultano molto efficaci nell’approccio di tale disagio. Nella maggior parte dei casi questa tipologia di trattamenti aiutano o risolvono definitivamente il problema. 

Come, ad esempio, l’impiego di OPERA-V che, attraverso un utilizzo efficace delle onde radio combinate alla veicolazione di principi attivi, è progettata per un trattamento efficace, indolore e non invasivo dell’apparato urogenitale maschile.

L’utilizzo di onde radio agisce sul tessuto erettile innescando il ripristino della spontanea attività sessuale. 

Il paziente recupera così le proprie e naturali erezioni senza ricorrere all’ausilio di farmaci. 

Ricordiamo che i trattamenti con Opera V non escludono ma sono complementari a uno stile di vita sano: un’ alimentazione corretta, la pratica di una regolare e costante attività fisica ed una corretta gestione dello stress. 

Sono questi i fattori che garantiscono una risposta erettile ottimale.

Lascia un commento